Animazione Testata

Articoli

RIVOLUZIONE GALILEO. Un dialogo con Giovanni Carlo Federico Villa

November 17, at the Palazzo del Monte di Pieta' in Padua, the exhibition ''Revolution Galileo'' was inaugurated and designed by Giovanni Carlo Federico Villa for the Cassa di Risparmio Foundation of Padua and Rovigo and will remain open until 18 March 2018. We have analyzed the the content, the purpose and we looked over the perimeters of the museum spaces to understand the Galilean revolution, accompanied by the curator.


RIVOLUZIONE GALILEO

L’ARTE INCONTRA LA SCIENZA

Un dialogo con Giovanni Carlo Federico Villa

 

Olimpia Niglio

Director EdA Esempi di Architettura

 

Il 17 novembre presso il Palazzo del Monte di Pietà di Padova è stata inaugurata la mostra “Rivoluzione Galileo” progettata e curata da Giovanni Carlo Federico Villa per la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e che resterà aperta fino al 18 marzo 2018. L’esposizione analizza e racconta la complessa ed eclettica figura di Galileo Galilei, padre della scienza moderna, ma anche musicista, artista e letterato. Le rivoluzionarie idee che avevano accompagnato le ricerche dello scienziato pisano oltre i perimetri culturali del suo tempo ritrovano in questa esposizione una occasione di riflessione molto interessante ed innovativa e che ben ricostruisce anche quelle esperienze umane che Galileo aveva avuto occasione di sperimentare proprio nella città di Padova che lo vide protagonista per circa 18 anni. Una rivoluzione culturale tra arte e scienza che dopo 4 secoli rivede Padova al centro di una narrazione interessante per riscontri di pubblico sia nazionale che internazionale. Abbiamo incontrato il curatore, professor Giovanni Carlo Federico Villa, ed insieme abbiamo esaminato alcuni aspetti peculiari dell’esposizione e suoi riscontri di pubblico e ricadute sul territorio.

 

1. Chi è Galileo Galilei per Giovanni Carlo Federico Villa?

Galileo è l’uomo poliedrico per eccellenza, condensandosi in lui le specificità di una straordinaria stagione storica, quella che passa dalla Wunderkammer al primo tentativo di ordinamento della realtà naturale. Galileo avendo la capacità, tramite i suoi interessi e i numerosi e stimolanti incontri e dialoghi avuti, di riassumere l’eccellenza di un secolo e dare avvio all’approccio scientifico nei diversi ambiti che si è trovato ad affrontare. Per fare un paragone, immediato e comprensibile, se Leonardo è pura intuizione, Galileo è semplicemente “la mente più grande di tutti i tempi” (Ugo Grozio), “il primo riformatore della filosofia e dello spirito umano” (Giacomo Leopardi), “il più grande scrittore della letteratura italiana di ogni secolo” (Italo Calvino) e “il padre della fisica moderna e soprattutto delle scienze naturali moderne” (Albert Einstein).

 

2. Marco Tullio Cicerone nel “De Legibus” intorno al 52 a.C. affermava già che “sine scientia ars nihil est”. Come definire questo connubio tra arte e scienza nell’ottica contemporanea?

Arte e scienza hanno quale tema comune e unificante l’esplorazione del “senso del bello”, l'intuizione artistica e quella scientifica muovendo da parametri assai prossimi. Tanto che abbiamo aperto la mostra con un’opera che riteniamo riassuma perfettamente questa riflessione. Si tratta di una sperimentazione di Anish Kapoor che, nel 2006, ha cominciato a lavorare intorno alle attuali teorie che raccontano di un universo in costante contrazione ed espansione. Kapoor cerca allora di “scolpire il vuoto”, dare il senso del “peso del vuoto” tramite un’immagine poligonale che ha al suo interno il vuoto della forma, creato con un processo puramente casuale, la struttura esterna seguendo invece una logica geometrica. Quella disciplina che, insieme alla matematica, è la lingua con cui è scritto l’universo, nelle parole di Galileo.

... ... continuare la lettura dal pdf allegato

 

Ultimo aggiornamento: 26/11/2017 11:10

RIVOLUZIONE GALILEO PADOVA 2017.jpg

N.File AllegatiDim
1FileRIVOLUZIONE GALILEO PADOVA 2017.jpg691 kB
2FileRIVOLUZIONE GALILEO_EDA_2017.pdf592 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti