Animazione Testata

Articoli

Industrial Archaeology and rehabilitation in Sicily

In the heart of Sicily there is a forgotten treasure, made of old buildings and stone wells, nowadays an integral element of the charming landscape in the hinterland of the island, what remains of the sulphur mines that were the protagonists of the world economy for almost two centuries. Among the ruins of the countryside of Caltanissetta and Enna, it is possible to follow the evolution of the techniques for the extraction of sulphur, the transition from archaic mechanical elements moved by animal power to more modern electrical motor, melting tools overtaken by the new efficient inventions of chemical engineering. A thriving business in the European outline, even though it was pegged to archaic and obsolete production systems, which have decreed its death. The greatest legacy of the yellow gold in Sicily is an estate of equipment in the area that it is worth protecting and imagining a reuse. Currently the ancient Floristella-Grottacalda mining complex is part of the homonym Park of the Mining, while a remaining area of Grottacalda Mine is poorly managed by private citizens. The article presented below is inspired by a detailed research on the historical and social dynamics of the economy of the sulphur, a work carried out in order to deepen the diachronic evolution of Grottacalda Mine. Starting from the acquired knowledge, several planning proposals were advanced for the recovery and the rehabilitation of architectural factories.

Keywords: Industrial Archaeology, Refurbishment, Prison building.

Industrial Archaeology and rehabilitation in Sicily: planning proposal for the ancient Grottacalda Mine.

Vincenzo Sapienza

Angelo Monteleone

DICAR - Department of Civil Engineering and Architecture, University of Catania, Italy.

 

Introduzione

L’Archeologia Industriale (AI) è una disciplina relativamente giovane che si interessa della salvaguardia della memoria delle attività lavorative del passato. Un’attenzione scaturita dalla rapidità dell’evoluzione tecnologica, propria della nostra epoca, che rende obsoleti processi produttivi, strumenti e manufatti, ancora capaci di fornire prestazioni ma resi inutili dal progresso dei tempi e quindi abbandonati. Ciò vale anche per le monumentali rovine asservite alla produzione, ossia opifici, infrastrutture di supporto ed aree di pertinenza, il che costituisce uno degli aspetti di maggior rilievo dell’AI. In Sicilia l’AI ha un ruolo e un significato del tutto particolare. Infatti, sebbene la regione sia lontana dal cuore dell’Europa, dove la Rivoluzione Industriale ha vissuto la sua stagione più matura, è stata protagonista di una profonda mutazione con la nascita di diverse attività di carattere produttivo, legate alla specificità del luogo (dalla pesca e trasformazione del tonno alla estrazione dello zolfo, dalla produzione del sale alla lavorazione dell’argilla).

Aziende caratterizzate da un tasso di meccanizzazione relativamente basso, ma parimenti assimilabili alle industrie più avanzate del nord, per l’organizzazione interna, la quantità e la qualità dei beni immessi sul mercato. Peraltro l’AI in Sicilia si carica di un valore aggiunto, se si considera che gran parte di queste attrezzature produttive si trovavano collocate in contesti extra urbani, per sfruttare la vicinanza con le aree di provenienza delle materie prime. Pertanto si relazionano con un contesto in cui il legame con il paesaggio è maggiormente delicato e la cubatura già disponibile è una risorsa destinataria di maggiore apprezzamento. Il loro reimpiego, che in diversi casi ha già avuto avvio, costituisce quindi un’occasione di valorizzazione e sviluppo per l’ambito rurale. In quest’ambito vanno inquadrati gli edifici ormai dismessi per l’estrazione e la raffinazione dello zolfo. Il loro reimpiego, che in diversi casi ha già avuto avvio, costituisce un’occasione di valorizzazione e sviluppo per l’isola, di cui si parlerà nel prosieguo.

... ... continua la lettura dal pdf allegato

 

Ultimo aggiornamento: 16/05/2015 12:35

Pozzo Mezzena 1945 Sicilia.jpg

N.File AllegatiDim
1FileEDA_SAPIENZA_MONTELEONE.pdf1605 kB
2FilePozzo Mezzena 1945 Sicilia.jpg47 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti