Animazione Testata

Articoli

La riverticalizzazione delle colonne storiche in materiale lapideo

The cost of a verticalization work on columns depends highly on the value of the historical manifacturing, on the role the column plays statically and prominently on the geometry and dimension of the manufacturing. This present contribution aims at analysing the phases and the costs of the work either strictly in terms of the construction site and also considering the instrument diagnostic and precautionary checks.

Columns, diagnostics, costs.


La riverticalizzazione delle colonne storiche in materiale lapideo. Analisi del costo delle indagini diagnostiche e delle fasi dell’intervento.

 

Arch. Daniela Guarneri,   Dottore di ricerca, Università di Palermo

 

Introduzione

Nelle costruzioni storiche in muratura, spesso, a seguito di cedimenti ovvero a causa di dissesti o come conseguenza della rottura o del rilassamento di catene, una o più colonne portanti appartenenti a navate o loggiati perdono la loro condizione di verticalità manifestando anche notevoli inclinazioni. La suddetta configurazione geometrica, nel caso in cui il cinematismo si sia verificato in epoche successive alla costruzione, comporta una parzializzazione delle sezioni di appoggio nelle quali il contatto si riduce spesso a piccole aree all’interno delle quali le tensioni possono attingere valori molto elevati. Se il progettista incaricato del recupero o del restauro non dovesse giudicare accettabile la pendenza assunta dalle colonne sia dal punto di vista statico, o anche soltanto morfologico, in fase di progetto potrà prevederne il loro raddrizzamento. L’intervento di riverticalizzazione deve essere oggetto di un vero e proprio progetto preceduto da approfondite indagini conoscitive e nel quale siano previste ed  attentamente verificate, dal punto di vista statico, tutte le configurazioni intermedie. Infatti, il recente dibattito teorico sulla sicurezza statica delle strutture esistenti in muratura e le esperienze operative maturate nel campo del recupero e della conservazione hanno accresciuto la consapevolezza che il percorso di conoscenza, propedeutico al progetto dell’intervento, debba essere supportato da adeguate tecniche di indagine diagnostica utili non soltanto per la conoscenza delle reali condizioni di rischio del manufatto storico e per la definizione dell’intervento più appropriato ma anche per la determinazione dei tempi e per la stima dei costi dell’intervento.

Il presente contributo, volto all’analisi delle fasi e del costo dell’intervento di riverticalizzazione di colonne storiche, evidenzia come l’analisi preliminare del costo di due possibili tecniche di indagine diagnostica sia importante ai fini della stima complessiva dell’intervento sia in termini di convenienza economica che esecutiva. Si tenterà, infine, di evidenziare come la conoscenza preventiva dei costi delle indagini diagnostiche e la successiva stima dell’intervento possa in fase decisionale, attraverso un confronto di costi/benefici, orientare le scelte progettuali ma soprattutto indirizzare in maniera più attenta e oculata gli investimenti pubblici e privati  L’aspetto estimativo da indagare nell’ambito del recupero o restauro di manufatti storici in muratura, dovrà riguardare, dunque, non soltanto la stima dei costi degli interventi specifici che si renderanno necessari per il recupero, la riabilitazione strutturale e la conservazione ma anche, prioritariamente, la stima dei costi delle indagini diagnostiche che dovranno orientare gli interventi stessi.

 ... ... ... continua la lettura dal pdf allegato

Ultimo aggiornamento: 20/07/2012 14:53

immagine Guarneri.jpg

N.File AllegatiDim
1Fileimmagine Guarneri.jpg30 kB
2Filelapideo_analisi diagnostiche.pdf809 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti