Animazione Testata

Articoli

CASA CATTANEO. CERNOBBIO

An ideal home derived by a perfect geometry. The rigor of lightness, the theme of transparency and vertical distribution: proportion and perfection that are explained in all the scales and details: from the handle to the internal layout, from the wise use of solids and voids, to the materials. A corollary of all compositive aspects. The house for rent, located on Como lake, was designed, between 1938 and '39, by Cesare Cattaneo, rationalist architect from Como, just 3 years later his diploma in architecture at Milan Polytechnic. Being owned by himself, he can experiment freely, “without succumbing to the tyrannical desire of clients”, his enthusiasm for details. It is a small apartments building for the middle class, an ideal field to test a number of problems of composition and technology: from distribution to the location on the environment, from the cost to the good keeping in time, providing us, with a structure still well preserved, an innovative study of Modern solutions. The house stands on a site alongside a short distance from anonymous dwellings. The initial choice was therefore to communicate a violent conflict with the closer existing architectures, claimed the right to belong Modern architecture inside of city centers. Although the natural context of the lake, the visual cones, the broad urban environment are subtly understood inside the project, Cattaneo wants, with his architecture, to give an innovative element for the place, with characteristics that could almost be described as a monumental modernism.

Cesare Cattaneo, Modern movement/ Natural context, Architect's home

CASA CATTANEO. DIVINA PROPORZIONE DELLA FUNZIONE

LA CASA D' AFFITTO SULLAGO A CERNOBBIO  1938-39

 

Chiara Visentin

Università degli Studi di Parma
Dipartimento di Ingegneria Civile, dell'Ambiente, del Territorio e Architettura

 

Molti temi si intrecciano in quella che si può definire l’opera più famosa di Cesare Cattaneo, degna di nota probabilmente solo perché una delle poche opere ad essere stata integralmente ideata, progettata e costruita in quel periodo che è stata la brevissima vita dell’architetto comasco; una vita creativa della quale si sarebbe auspicato vedere edificati ulteriori progetti, rimasti purtroppo sulla carta. È doveroso ricordare come fin nella sua epoca l’opera fosse già celebrata, tanto da diventare l’immagine introduttiva del libro di Sartoris Introduzione all’architettura moderna, nel 1943.

Casa Cattaneo  di Cernobbio non è una solamente un’operazione formale razionalista di immagine e disegno della facciata, come alcuni disattenti potrebbero leggere nella sua plasticità costruttiva, ma porta in se il mondo dell’esattezza proporzionale e funzionale a cui Cesare era fortemente legato. La qualità, insomma, di spazio domestico strettamente connesso alla scelta costruttiva di un edificio abitativo che guarda al contesto. Colto rapporto tra facciata e spazio urbano.

Essendo l’ambito in questione un paesaggio lacustre tra i più belli, il lago di Como, il tema della cornice, della finestra, del diaframma, non potevano che essere il grande motivo dell’impianto compositivo di un interno che guarda all’esterno, una innovativa tecnica di montaggio che arreda, come direbbe Ponti, la finestra del paesaggio stesso che viene a essere rimirato.

Sembra quasi che la facciata si voglia comporre neoplasticamente più con il contesto su cui si affaccia che non, solamente, con la struttura propria dell’edificio. Il prospetto diventa quasi peristilio, elemento autonomo, spazio dell’esterno più che spazio privato; insomma una sorta di trasgressione razionalista dei più classici elementi della casa desunta dalla storia, arrivata ai Moderni attraverso le interpretazioni dei primissimi decenni del Novecento, di cui Peter Behrens ne è stato un magistrale esempio.

 

... ... ... continua la lettera dal pdf allegato

Ultimo aggiornamento: 21/06/2012 13:07

cattaneo_casalago.JPG

N.File AllegatiDim
1FileVISENTIN_EDA_07_2012.pdf1189 kB
2Filecattaneo_casalago.JPG86 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti