Animazione Testata

Articoli

La produzione industrializzata eco-innovativa per il retrofit edilizio

The evolution in the design approach to sustainable building refurbishment is mainly due to an increased level of performance required to meet the targets set by current legislations in terms of reduction of CO2 emissions and energy consumption. The paper outlines the industrial production trends for the retrofit in Europe, with particular focus to the UK, where the development of eco-innovative construction products is showing substantial results in relation to mass retrofitting interventions onto existing buildings.

Keywords: Eco-innovation, construction products, mass retrofitting

LA PRODUZIONE INDUSTRIALIZZATA ECO-INNOVATIVA PER IL RETROFIT EDILIZIO


Carolina Girardi

Università degli Studi di Napoli Federico II

Dipartimento di Progettazione Urbana e di Urbanistica

 

1. Verso una produzione industriale “eco-innovativa”
A fronte della contrazione degli investimenti in atto da alcuni anni nel settore delle costruzioni, le attuali dinamiche al suo interno mostrano segnali che annunciano una ripresa nel prossimo ciclo edilizio; il CRESME, nell’ultimo rapporto congiunturale di recente pubblicazione, prevede che i driver di un possibile cambiamento possono essere individuati nell’eco-efficienza, nell’innovazione tecnologica, nella progettualità qualificata e nella riqualificazione edilizia, fattori chiave per poter direzionare gli investimenti dell’industria delle costruzioni verso nuove aree di mercato. In effetti, una crescente sensibilizzazione nei confronti di tali tematiche pervade da tempo il settore delle costruzioni, tra i comparti produttivi maggiormente “impattanti” in termini ambientali.
L’industria edilizia, per essere competitiva sul piano dell’offerta produttiva e per adeguarsi agli obiettivi fissati dalla Comunità Europea, si trova oggi ad affrontare una riorganizzazione del proprio know how in funzione degli obiettivi di salvaguardia ambientale, uso razionale delle risorse  materiali ed energetiche, salubrità e comfort abitativo, attestandosi su strategie di sviluppo industriale appropriate rispetto alle esigenze delineate, in cui i fattori ambientali assumono un  ruolo propulsore e dominante.
Tra le priorità contenute nei recenti ordinamenti di politica governativa comunitaria, rientra l’emanazione di nuovi indirizzi di politica tecnica, ambientale ed economica finalizzati ad una drastica riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera e ad un miglioramento del rendimento energetico degli edifici. La combinazione di questi due obiettivi, unitamente alla necessità di affrancarsi dalla dipendenza da fonti energetiche non rinnovabili, determina lo sviluppo di un mercato di prodotti edilizi eco-innovativi caratterizzati da elevate prestazioni in termini ambientali ed energetici. I nuovi target imposti dalla normativa internazionale, volti ad una più razionale gestione delle risorse disponibili nella progettazione e realizzazione di edifici “zero energy” e “zero carbon”, determinano una nuova sfida nel settore delle costruzioni. L’obiettivo è ripensare le modalità e le procedure d’intervento, fornendo un contributo significativo alla riduzione di gas serra e dei consumi energetici. Tra gli operatori del settore edilizio, i primi a muoversi in direzione di tali obiettivi sono stati i produttori di materiali, componenti e sistemi per l’edilizia: incorporare le istanze ambientali è oggi uno degli imperativi di numerose imprese, spinte da precisi disposti normativi e dalla possibilità di beneficiare dei conseguenti vantaggi di tipo competitivo.

 

... ...  continua la lettura dal pdf allegato
Ultimo aggiornamento: 10/04/2012 07:45

National Refurbishment Centre.jpg

N.File AllegatiDim
1FileGIRARDI_aprile 2012.pdf1110 kB
2FileNational Refurbishment Centre.jpg37 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti