Animazione Testata

Articoli

Genius Loci e Genius Aedificii di Chiara Visentin

Ovvero sulla comprensione reciproca

Il breve dialogo immaginario che segue è un estratto di un testo più ampio di prossima pubblicazione. Un irreale incontro tra due ideali divinità, il genio del Luogo e il genio dell'Architettura, recuperando l'acute;antico strumento del dialogo, fondamentale per lo scambio delle idee e per la loro verifica. Tale forma di comunicazione, da sempre strumento di comprensione reciproca, ha antecedenti illustri, dallo stile socratico dei dialoghi platonici, a Heidegger, a Gadamer, fino alla prosa di Eupalinos di Paul Valery. Chiedo loro venia per essermene appropriata senza poter assurgere alla loro altezza, pensando però di averne condiviso lo stimolante piacere di questa forma di scrittura delle idee.

 

 

GENIUS AEDIFICII Guarda! Ma cosa stanno rimirando con tale entusiasmo quelle persone? La bellezza delle tue colline illuminate dal sole estivo o il gioco materico dei pieni e vuoti nel lento incedere della mia scalinata di marmo?

GENIUS LOCI Entrambe le cose, mio diletto. Insieme. Ma non essere troppo ingenuo.
GAE; Non capisco. Perché mai?
GL Sono turisti. Passeggeri delle cose del mondo, accanto alla bellezza turistica subentra per loro, quale scopo del viaggio, anche il prestigio sociale di essere giunti fino a noi, “il nome della meta del viaggio è appunto come la marca di un profumo”. E ancora più triste quando di noi si vorranno portare a casa un nostro feticcio: il souvenir, quasi volessero far continuare la vita dell’esperienza qui fatta.
GAE; Sei severo. Non tutti sono così. Pensa al grande rispetto che ha sempre avuto per entrambi un grande viaggiatore come Le Corbusier.
GL Viaggiatore, hai detto bene. Non turista.
GAE; Egli diceva sempre più spesso come le sue costruzioni parlassero attraverso il luogo e del luogo su cui sorgevano. Affermando che l’architettura è “un’eloquente” portavoce del luogo. “Il luogo è il nutrimento offerto dagli occhi ai nostri sensi, alla nostra intelligenza, al nostro cuore. Il luogo è alla base della composizione architettonica. L’ho scoperto nel 1911 quando zaino in spalla ho compiuto un lungo viaggio da Praga fino alla Grecia e all’Asia Minore. Ho scoperto l’architettura in rapporto al suo luogo naturale. E non solo, l’architettura esprimeva il suo luogo. Era l’eloquente linguaggio degli uomini che avevano raggiunto la padronanza dei luoghi”.
GL Un uomo saggio, non c’è che dire. Ma non sono tutti così. Malauguratamente fa parte di una illuminata minoranza...
Spesso infatti l’architettura ha portato e porta avanti il principio di Jack Kerouac, lo sai no chi è? l’Holy Jack dei beatniks, che scriveva colpisci più a fondo possibile! Avete fatto vostra questa sentenza, innocua in vero controil diretto bersaglio a cui Holy Jack la indirizzava (la letteratura) bensì mortale verso la Natura. Poi, per giustificarvi, mi avete raccontato la storia della modernità “sperimentale”. Il danno ormai era compiuto. Come si può pensare di precorrere il corso della storia dell’uomo e del suo contesto? L’en avant della modernità spinta vorrebbe realizzare il futuro nel presente. Ma come è mai possibile? Fate tramandare il futuro dalla poesia: essa ricorda già ciò che non è stato ancora realizzato.
GAE; È l’architettura però che ha intrecciato con la poesia e la letteratura la memoria di quei luoghi eccezionali costruiti dall’uomo.
GL Non solamente, non puoi smentirmi. Natura e poesia: è un tema su cui i poeti hanno da tempi immemorabili cercato inesauribili risposte alle radici emotive del loro vissuto.

GAE; Hai ben ragione, mio caro. Ma tra mille e più ti racconterò ora di un poeta che devi conoscere per la sua dolcezza nel parlare di me con una tale grazia che solo chi non ha cuore potrebbe fraintendere. È Diego Valeri e devo citarti almeno in parti sciolte l’invito della sua Guida sentimentale di Venezia. Credimi ti stupirà ancor più di Calvino, di Brodskij, di Pound, di Matvejevic.

 

CONTINUA LA LETTURA DELL'ARTICOLO DAL FILE PDF IVI ALLEGATO.

Ultimo aggiornamento: 27/04/2009 17:13

Immagine1.jpg

N.File AllegatiDim
1FileImmagine1.jpg60 kB
2FileGenius Loci Genius Aedificii_CV733 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti