Animazione Testata

Articoli

LA MURATURA ISOLATA ALLA BASE di Alberto Parducci

Grazie ai nuovi metodi di protezione sismica, la muratura è da considerare oggi come un normale sistema costruttivo capace di resistere ai terremoti senza particolari problemi. La muratura possiede un'ampia varietà di caratteristiche; alcune di esse non emergevano in una concezione convenzionale del problema sismico basata sulla sola ricerca di ''resistenza''. Altri aspetti la rendono invece adatta ad essere utilizzata utilmente se si applicano alcune tecniche innovative, come l'Isolamento alla Base (Base Isolation). L'abbinamento sfrutta bene la combinazione delle prestazioni dei due sistemi ed assicura livelli di sicurezza non inferiori a quelli degli altri materiali oggi più usati. E' perciò possibile, anche nelle zone a rischio sismico, costruire edifici sicuri senza rinunciare alle qualità estetiche, tecnologiche e di durabilità di questo antico sistema costruttivo.

 


LA MURATURA ISOLATA ALLA BASE

COME SISTEMA COSTRUTTIVO PER LE ZONE SISMICHE

Gli edifici sperimentali di Corciano (PG) ed altre esperienze

Prof. Ing. Alberto Parducci

Questa nota prende lo spunto dal progetto di un edificio residenziale in muratura redatto dall'autore di questa nota per l'ATER di Perugia. Dopo un'esperienza fatta con un analogo fabbricato di cemento armato isolato alla base costruito a Città di Castello [10], aderendo ad una nuova proposta di chi scrive, l'ATER ha avviato ora un'altra sperimentazione riguardante la costruzione di un edificio in muratura isolato alla base, che è stato realizzato a Corciano, presso Perugia nel 2007. Nel seguito si illustrano le caratteristiche del progetto ed i risultati ottenuti, per esporre poi le considerazioni di fondo che, nell'ambito di un'appropriata concezione del problema sismico e con il conforto delle nuove norme, rendono appropriato l'impiego della muratura per le zone sismiche.



Il complesso residenziale di Corciano

Il complesso di Corciano comprende un fabbricato principale ed una piccola adiacenza, strutturalmente separata. Il fabbricato principale consiste in un normale edificio in muratura a pianta rettangolare; è dotato di quattro piani fuori terra (garage, più quattro livelli di abitazioni) e possiede una forma regolare e compatta. Le strutture portanti della parte fuori terra sono costituite da maschi murari disposti in due direzioni ortogonali, realizzati con elementi "poroton"; su di essi poggiano i cordoli di piano nei quali si innestano i solai di tipo tradizionale, formati da travetti alleggeriti da laterizi. Un sistema di scale esterne, comprendente l'ascensore, si sviluppa in una torre adiacente strutturalmente indipendente. Esiste anche una scala interna le cui rampe sono appoggiate sulla struttura principale mediante vincoli isostatici che lasciano liberi movimenti relativi di ampiezza commisurata alla domanda sismica di progetto (evento con periodo di ritorno di 475 anni), eliminando anche qui ogni interazione orizzontale. La resistenza sismica della parte fuori terra è affidata pertanto ai soli maschi murari, disposti secondo una configurazione regolare e compatta, che ha consentito di eliminare gli effetti torsionali di natura strutturale.


Il fabbricato è sostenuto da 18 isolatori elastomerici HDRB, diametro Ø=500 mm, mescola normale (modulo trasversale della gomma G=0.8 N/mm2), funzionanti anche da appoggi, descritti meglio nel seguito. L'interfaccia dell'isolamento è posta sotto le travi del piano terra, sopra la scatola interrata del garage formata dai muri di contenimento e da quattro montanti centrali .  In questo modo il movimento orizzontale della parte in elevazione risulta disaccoppiato rispetto alla scatola del garage, che invece rimane solidale al terreno, non avendo pertanto bisogno di essere isolata.


l'INTERO CONTRIBUTO E' DISPONIBILE IN VERSIONE PDF, SCARICABILE


Ultimo aggiornamento: 26/04/2009 04:57

EDIFICIO CORCIANO.jpg

N.File AllegatiDim
1FileEdifici in muratura isolati all2123 kB
2FileEDIFICIO CORCIANO.jpg34 kB
Per vedere i file è consigliabile cliccare sul nome con il tasto destro e scegliere "Salva oggetto con nome..."


Home | Reti Tematiche | News/Eventi | Link | E-book |Books | Rivista | Credits | Editorial Board | Contatti